The Flying Fatman

Matteo Giovannone, The Flying Fatman, dopo studi tecnici presso l’istituto aeronautico di Roma, sviluppa una profonda passione per la poesia. La sua prima pubblicazione risale al 2007 a cui segue una seconda l’anno successivo.

Dal 2010 inizia una personale ricerca artistica che accosta la sua tecnica di scrittura creativa all’uso dell’immagine fotografica. 

Affinato il personale ‘linguaggio’ fotografico, l’attenzione di Giovannone amplia il suo raggio d’interesse portando l’artista a confrontarsi con la tecnica pittorica, l’installazione e la performance.

Tra il 2015 ed il 2016 si avvicina al mondo della Street Art e Poster Art, partecipando all’evento  Carbonio 2016 con  cinque Street Artist internazionali. Partecipa poi due mesi dopo a Muracci Nostri dipingendo insieme a Gianmarco Savioli un muro a Roma con il nome “ Gli Altri “

Tra le mostre si ricordano:

mostra fotografica ‘Verso l’uomo’, 2012;

‘SenzAtomica’, 2015, mostra collettiva alla quale partecipa con un’opera fotografica;

‘CAOF’, 2016, evento ideato da Giovannone. Installazione e performance a cura dell’artista;

‘Senza Cornice’, 2016, installazione e performance a cura dell’artista. “Carbonio” 2016, muro di 3×4 metri.

7 Comments

  1. 19 maggio 2016
    Reply

    I on a regular basis used to study article in news papers but now while i am a person of net thus from now I am
    just using net for content, as a result of web.

  2. 13 marzo 2016
    Reply

    Quality posts is the crucial to attract the
    visitors to visit see the site, that’s what this internet site
    is providing.

  3. I just like the helpful info you provide to your articles. I will
    bookmark your blog and check again here regularly.
    I am slightly certain I will be told lots of new stuff proper here!
    Best of luck for the following!

  4. 21 febbraio 2016
    Reply

    I don’t even know how I ended up here, but I
    assumed this post was once great. I don’t understand who
    you might be but certainly you are going to a famous blogger for those who
    aren’t already. Cheers!

    • Matteo
      22 febbraio 2016
      Reply

      thanks and i hope 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *